Gli ospiti commentano il Vangelo della domenica

Vangelo di domenica 29 Novembre 2020 (Basta Corona Virus, è arrivato il tempo della Corona d’Avvento!):

I Lettura: Se il Signore squarciasse i cieli e scendesse oggi cosa faresti?

  • Gli darei da mangiare.
  • A me il Signore dà da mangiare.
  • Rimarrei stupita, e gli chiederei la guarigione e la pace.
    Gli direi grazie per averci creato.
  • Io gli direi: “Te Signore, vieni a trovare il tuo popolo, sei molto bravo.”

Vangelo: “Fate attenzione e Vegliate perché non sapete quando è il momento”

  • Stare in guardia, con gli occhi ben aperti, guardare bene quel che abbiamo intorno, andare oltre a ciò che si vede con il primo sguardo, è saper ringraziare.
  • Il momento è quello della vicinanza, dello stare vicini a Dio. È il momento che parla di Dio, in cui Dio viene, è il momento per andare in Paradiso, anche se rimaniamo sulla terra. Ci sono tante cose belle, le vede anche il Signore, ci dice di riconoscerle. Bisogna imparare a vedere con i nostri occhi, i nostri occhi hanno una vista particolare per vedere il Signore.
  • E se il Signore scende oggi sappiamo dirgli Grazie, e non fargli una lista di lamentele.
  • Stare attenti e vegliare è saper riconoscere quando il Signore ci viene vicino.

Don Mario

“Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo”.

Ieri pomeriggio il nostro amico don Mario è andato a vedere di persona il Regno che era stato preparato per lui. E’ andato in fretta, mentre stava facendo catechismo ai bimbi della sua parrocchia, raccontando fino all’ultimo la sua grande passione per Gesù Cristo e la sua Parola. E’ stato per la nostra Casa padre, fratello e amico, attento ai compleanni degli ospiti e ai momenti più significativi della nostra famiglia. Premuroso nei confronti delle suore, custode della loro salute fisica e spirituale, appassionato nell’approfondire l’originale carisma delle Case della Carità. Condividiamo con voi tutti la sofferenza di questo “distacco” ma anche la speranza di un compimento per la sua vita, che sempre ha desiderato trovare la pienezza di Dio.

Celebrazione delle esequie in cattedrale domani lunedì 23 alle ore 14. Da oggi pomeriggio fino alle 18 e domani mattina dalle 7,45 fino alle 12 la salma sarà esposta nella sua parrocchia di S. Giovanni in monte. 

Gli ospiti commentano il Vangelo della domenica

Vangelo di domenica 22 novembre 2020 (Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’universo):

Cos’è la solennità di Cristo Re?

  • È la solennità dei poveri, perché mi avete dato da mangiare. E anche da bere.
  • Io faccio la parte dei poveri perché ho avuto bisogno dei miei genitori, di qualcuno che avesse cura di me.
  • È la festa di coloro che riconoscono di aver bisogno.
  • La domenica è una giornata di preghiera, si ricorda la Resurrezione di Cristo, che ha vinto la morte. È la festa di chi è ricco perché si ricorda di essere risorto con Cristo.
  • Bisogna pregare, perché noi non possiamo fare tante cose (un bello schifo, cit. Seba). Siamo come gli ammalati e i carcerati, ma il Vangelo ci dice che il Signore questa condizione la mette in pratica. Guardateci bene dentro, perché anche in queste situazioni difficili c’è la mia Presenza.
    Per tenere insieme queste due realtà, la festa dei poveri e la festa dei ricchi, serve la Preghiera, per vivere insieme, per esprimere i desideri, perché se no non si va avanti, per vivere.
  • Il Signore ci dice di non avere paura delle nostre povertà e di quelle degli altri. La povertà è una realtà in cui si può guardare dentro perché Qualcuno è risorto. È la preghiera ciò che tiene unite queste due realtà.

Importante: autocertificazione

Ciao a tutti! Vi informiamo che con l’autocertificazione si può continuare a fare servizio alla Casa: mettendo “X” su “- altri motivi” e specificando come motivazione “servizio su persone disabili presso la Casa della Carità Via Del Tuscolano 97 – Bologna” puoi spostarti e continuare a fare il tuo prezioso servizio!

Il foglio per l’autocertificazione non è obbligatorio averlo, saranno le autorità a fornirlo e lo potrai compilare sul momento. Oppure puoi scaricarlo e stamparlo cliccando qui sotto:

A proposito del Consiglio di Casa aperto…

Cari amici, nel consiglio aperto di mercoledì tratteremo alcune questioni urgenti e importanti: innanzitutto l’organizzazione della Casa nei prossimi mesi in relazione ai cambiamenti avvenuti e alle necessità che dovremo affrontare presto; poi ci confronteremo su come affrontare l’eventualità, speriamo remota, del ricovero di un ospite o di malattia vissuta in Casa.

C’è bisogno del parere di tutti e c’è bisogno che tutti siamo a conoscenza delle prossime novità. Vi aspettiamo mercoledì 28 alle ore 20:30!

 “Dobbiamo riappropriarci di ciò che abbiamo ereditato dai Padri per ereditarlo davvero.” (W. Goethe)