Cari amici…

Ciao a tutti,
Eccoci qua dopo quasi due settimane di capovolgimento da covid!! E come ci siamo capovolti!!!!

Gli ospiti stanno tutti bene anche Adriana e Mirco che risultano ancora positivi ma che si difendono bene, sicuramente per qualche collegamento diretto con il Padrone di Casa, Adriana passa la giornata colorando e cerca di resistere da sola nella stanza e anche Mirco risente un po’ del non essere in mezzo alla sua camerata, ma oggi al suono del ce-cembalo si è subito riattivato!

Siamo ancora suddivisi in “bolle” e ognuno cerca nella sua bolla di passare il tempo al meglio: la Lucy intrattiene con discorsi e disegni la Claudia che troneggia sul letto rivolta alla luce del sole e la Vero sta lì a guardarle e a giocare con le sue mani; la Katia e suor Agata provano a farsi compagnia anche se la Katia sappiamo che vorrebbe fare molto più gossip che rosari. La camera delle magnifiche quattro (Mary, Elena, Laura e Suor Alberta) è la più vivace: si fa la maglia, si confezionano collane, si sgranano rosari. L’ala degli uomini è stata ravvivata dall’arrivo delle oss, Remo dice “Dove sono le signore? Le signore?” e anche Giuliano sorride a tre denti in questi giorni e la camerata di Andrea, Piero e Seba è in compagnia del cumpà Mario che ha portato un po’ di Napoli nella nostra Casa.

Per chi vive fuori dalle “bolle” in Casa, la vita è ovviamente un piccolo turbinio di cose da fare ma diciamo che non era da meno anche prima, ora forse è più intenso e si sta in attesa di un ritorno ad un mondo non “bollato”.

Si resiste quindi!

Nel panorama della vita quotidiana sono poi entrate delle figure che ogni giorno di più diventano familiari per noi e per gli ospiti: sono gli oss e gli educatori che, grazie al portentoso lavoro dell’ambito Servizi sociali (Annalisa e Mariangela!!!), ci vengono inviati in questa fase critica per sopperire ai bisogni di cura degli ospiti. Ovviamente potete immaginare in quanto tempo gli ospiti hanno toccato il cuore di queste persone: un nano secondo!! E già nel giro di qualche giorno si sente un senso di collaborazione e affetto quando ci si saluta la mattina e ci si rivede alle 11 e poi alle 15 e poi….beh, diciamo spesso!!!

Si sente molto la mancanza degli ausiliari ma questa mancanza è davvero magnificamente attutita dall’affetto che arriva tramite i messaggini e le preghiere, che sappiamo essere un bene vitale, e tante piccole attenzioni di chi segue la lavanderia, di chi può lavare i patti, di chi ci prepara da mangiare e di chi ci manda un saluto.

Con questa lettera vogliamo quindi ringraziare tutti e abbracciarvi nell’attesa di darvi nuove e buone notizie!!!

Noi di Casa

Gli ospiti commentano il Vangelo della domenica

Vangelo di domenica 7 febbraio 2021 (Mc 1,29-39):

Avevamo lasciato Gesù nella Sinagoga che insegnava a pregare.
Gesù va a casa di Simone forse invitato a pranzo, in compagnia, nonostante ci sia un’ammalata grave in casa, perché agli amici non nascondiamo la nostra sofferenza. Se ho un amico posso dirgli tutto, ho bisogno della sua compagnia.
La fece alzare prendendola per mano: perché ci vuole coraggio. Gesù ha il coraggio di andare vicino ad un’ammalata e di prenderla per mano. Perché ci vuole fede. Perché ha bisogno. Prenderci per mano quando stiamo male é difficile, ci vuole coraggio. Tante volte il bisogno degli altri ci spaventa.
Ella guarì: il coraggio ti viene prendendoci per mano.
La febbre la lasciò ed ella li serviva: lei lo serve perché riconosce che Gesù aveva bisogno di stare accanto a lei. Annuncia il Vangelo con dei gesti concreti, non perché si sente in dovere ma perché vede che Gesù ha bisogno di noi, é contento di stare con noi.

Paolo dice: “Guai a me se non annuncio il Vangelo”
Cosa vuol dire annunciare il Vangelo? Imparare a stare insieme al Signore. Lavorare. Con le mani giunte a pregare. Avendo tanto coraggio, tanta accoglienza e con le cerimonie. Essere accogliente come il Signore.

Dentro al Vangelo c’è una storia di amicizia, una storia in cui si sta bene in relazione con gli altri.

Vota i candidati al Capitolo

Vi ricordiamo che da ora fino a domani alle 17:00 sarà possibile votare i candidati al Capitolo sul seguente link esprimendo una sola preferenza: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdVlhribjuiNPF5ylT5ylT71DqcYwhzxh7lnpv1mdCoJnnkrw/viewform?usp=sf_link

C’è la possibilità di votare anche in modo cartaceo: all’ingresso della casa troverete un’urna dove esprimere sempre una sola preferenza. Ciao e grazie.

Promemoria e ordine del giorno

Cari amici!
In attesa di “vederci” lunedì 01/02 alle 20.45 al Consiglio Aperto, ecco un ordine del giorno degli argomenti su cui condivideremo:

  1. FIGURA “DIPENDENTE” DELLA CDC: All’ultimo incontro ci eravamo lasciati con la proposta aperta di pensare/cercare un collaboratore che potesse venire a lavorare in Casa per affiancare e supportare la comunità stabile. Questa figura, inizialmente pensata per la nostra Casa come figura (cor)responsabile e per sopperire ad un importante bisogno pratico, ha piano piano assunto una forma più “ampia”, abbiamo sognato un po’ più in grande immaginandola insieme alla Congregazione come forma di sperimentazione per valorizzare al meglio le diverse vocazioni.
    Ci prenderemo un po’ di tempo per aggiornarvi sui passi fatti e per aprire uno spazio di condivisione sul futuro della nostra Casa e della Chiesa in senso più ampio, affinché lo Spirito Santo, che parla in ognuno di noi, ci illumini per un cammino comunitario di fraternità.
  2. CAPITOLO GENERALE: Quest’estate, a luglio, verrà celebrato il Capitolo Generale delle Case della Carità, un evento che coinvolge tutte le Case (non solo quelle italiane) e tutti i rami della Congregazione (consacrati e laici). E’ un momento di lettura e condivisione del cammino fatto e soprattutto di indicazione, modifiche e progettazione delle linee future per tutta la famiglia. In particolare nei prossimi giorni siamo chiamati ad eleggere, tramite votazione, i rappresentanti degli ausiliari che parteciperanno.
    I principali argomenti di questo Capitolo sono: modifica delle Costituzioni, stesura dei Fondamenti ed Itinerario Sperimentazioni.
    Per chi vuole approfondire questi temi ci sono questi video:
    https://youtu.be/RARD9_vFL4U
    https://youtu.be/oDpEalbky6A
    e a breve verrà messo online un video sulle sperimentazioni, con un contributo anche dalla nostra Casa di Corticella riguardo l’esperienza del Consiglio di Casa (https://youtu.be/EQokJhv4H9A)
  3. Varie ed eventuali

Portate domande, riflessioni, richieste, proposte, desideri… è importantissimo per noi poterci confrontare e mantenere un contatto, anche a distanza, con tutti. Non mancate, vi aspettiamo!
A lunedì!!

Incontro Ramo Ausiliari di tutte le CdC

Ciao a tutti, vi invitiamo a partecipare all’incontro del Ramo degli Ausiliari di tutte le Case della Carità che si terrà:  

Martedì 12 gennaio alle ore 20:45  sulla piattaforma zoom al link  https://horsa.zoom.us/j/91341420816

Scopo dell’incontro sarà scegliere le  modalità di elezione dei rappresentanti del ramo degli Ausiliari  al Capitolo Generale della Famiglia  dal titolo “Relazioni rinnovate per la missione” che si terrà nel mese di Luglio 2021.

Come probabilmente avrete appreso dall’ultima lettera di famiglia del Consiglio Generale del 17 Dicembre (Lettera consiglio generale.pdf)  l’elezione dei Capitolari è affidata ai singoli rami e dovrà avvenire entro il 13 Febbraio. Per il ramo degli  Ausiliari  in Italia dovranno essere  eletti 10 Capitolari  e  durante il Consiglio Generale allargato del 2019 sono stati indicati alcuni criteri  prioritari e non esclusivi  per la scelta degli ausiliari capitolari: rappresentanza territoriale delle Case della Carità ed aver percorso cammini particolari all’interno della Famiglia (es: aver fatto parte di commissioni, ecc..). Queste indicazioni si aggiungono al requisito necessario , previsto dagli scorsi Capitoli,  di aver ricevuto il Crocifisso.

Durante l’incontro approfondiremo meglio questi aspetti e insieme decideremo come promuovere disponibilità alla partecipazione al Capitolo e come procedere all’elezione degli ausiliari.

Il titolo del Capitolo Generale “Relazioni rinnovate per la missione” e il desiderio di prendere parte a un evento salvifico promuova la disponibilità di tanti.